Clicca qui per visualizzare lo statuto (PDF 1727 KB).

Statuto ACP approvato da assemblea soci in data 8 febbraio 2014

TITOLO I -  DISPOSIZIONI GENERALI

Articolo 1. Denominazione e sede.

1) È costituita l’associazione “ASSOCIAZIONE CONSUMATORI PIEMONTE“, con sede in Via San Francesco d’Assisi n°17 – 10122 Torino.

Articolo 2. Definizione e scopi.

1) L’Associazione Consumatori Piemonte è un’associazione autonoma senza scopo di lucro, persegue fini di utilità sociale nei confronti degli associati o di terzi, ha durata illimitata ed è apartitica, aconfessionale e ispira le norme del proprio ordinamento interno a principi di democrazia e di uguaglianza dei diritti di tutti gli associati.
2) L’Associazione è disciplinata dal presente Statuto e si ispira ai principi della legge 383 del 7/12/2000 e della legge regionale 7 del 7/2/2006.
3) L’Associazione Consumatori Piemonte si prefigge i seguenti scopi:
a) Tutelare i diritti e gli interessi dei consumatori, degli utenti dei risparmiatori e dei contribuenti;
b) Migliorare la qualità della vita degli stessi;
c) Promuovere lo sviluppo della cultura consumeristica e l’educazione ad un consumo sostenibile e compatibile con l’ambiente.
In tale prospettiva si batte per il diritto alla protezione della salute e della sicurezza, per il diritto alla tutela degli interessi economici, per il diritto al risarcimento dei danni subiti dai consumatori e dagli utenti, per il diritto di questi ad essere informati, rappresentati ed ascoltati, per offrire loro migliori condizioni di consumo, di utenza, di risparmio, di soggettività fiscale, di qualità ambientali.
4) Per conseguire gli scopi associativi, l’Associazione Consumatori Piemonte potrà promuovere ed organizzare campagne di sensibilizzazione e di stampa, organizzare incontri e seminari, corsi di formazione per tutti i soggetti interessati alle tematiche consumeriste (enti, associazioni, gruppi di cittadini), realizzare pubblicazioni periodiche ovvero straordinarie, promuovere iniziative legislative e normative a qualsiasi livello. Potrà diffondere l’educazione al consumo tra le giovani generazioni attraverso iniziative specifiche rivolte al mondo della scuola: corsi di formazione e aggiornamento per gli insegnanti e iniziative didattiche rivolte agli studenti.  Potrà promuovere progetti e iniziative specificamente rivolti alla popolazione adulta ed in modo particolare ai soggetti non più inseriti nel mondo produttivo e agli anziani.
Potrà altresì promuovere iniziative di dialogo e cooperazione - nella rigorosa distinzione dei ruoli e degli scopi - con enti, istituzioni, imprese, associazioni di enti e/o di imprese, al fine di contribuire a migliorare standard di produzione, distribuzione, comunicazione di beni e di servizi, e ciò anche sulla base di apposite convenzioni. Potrà assumere incarichi e commesse per studi, ricerche, attività di vigilanza e di indagine, con i predetti soggetti. Potrà organizzare iniziative di raccolta fondi, ordinarie e straordinarie, a tal fine eventualmente organizzando eventi (spettacoli e intrattenimenti), nonché realizzare le operazioni mobiliari ed immobiliari strumentali al perseguimento dei fini sociali e dell’autofinanziamento delle proprie attività.
5) L’Associazione Consumatori Piemonte ove lo ritenga opportuno per i conseguimento dei propri fini statutari, può stringere alleanze e intrattenere rapporti con altre organizzazioni italiane, straniere, comunitarie ed internazionali, le quali si prefiggano scopi analoghi. 

Articolo 3. Organi dell’associazione.

1) Sono organi dell’associazione: a) L’Assemblea dei soci - b) Il Consiglio Direttivo.

TITOLO II - SOCI

Articolo 4. Soci individuali.

1) Sono soci dell’associazione tutti coloro che aderendo al presente statuto facciano richiesta di adesione all’Associazione Consumatori Piemonte, previo versamento della quota associativa. La durata della qualifica di associato è annuale o poliennale a scelta del richiedente.
2) Il Consiglio Direttivo delibera il costo delle quote associative e i servizi offerti dall’associazione.

Articolo 5. Soci collettivi.

1) I soci non individuali (enti, associazioni, fondazioni, CRAL, gruppi di acquisto ecc.) non devono avere fine di lucro e possono aderire solo come sostenitori. Ciascun ente sarà rappresentato da un delegato che gode degli stessi diritti degli appartenenti a qualsiasi categoria di soci individuali.

Articolo 6. Perdita della qualità di socio.

1) La qualità di socio si perde per recesso, per mancato rinnovo della quota annuale associativa o in seguito a provvedimenti disciplinari, adottati per gravi e giustificati motivi, dalla maggioranza assoluta dei componenti del Consiglio Direttivo e ratificati in via definitiva dall’assemblea.

TITOLO III - ORGANI SOCIALI

Articolo 7. Assemblea dei soci.

1) L’assemblea dei soci è il massimo organo dell’Associazione Consumatori Piemonte. Viene convocata in via ordinaria dal Consiglio Direttivo, entro il mese di Luglio di ogni anno, per l’approvazione del bilancio, la determinazione di programmi ed obiettivi da conseguire e per l’elezione del Consiglio Direttivo.
2) Può essere convocata in via straordinaria dal Consiglio Direttivo, su richiesta scritta di almeno 1/10 dei soci. La richiesta deve contenere un preciso ordine del giorno al di fuori del quale non è ammessa votazione.
3) Hanno diritto di partecipazione discussione e voto nelle assemblee dell’Associazione Consumatori Piemonte tutti i soci previsti dall’articolo 4 del presente statuto, che siano iscritti da almeno 60 giorni nel libro soci. E’ possibile delegare un altro socio ma non sono ammesse più di cinque deleghe per ciascun partecipante.
4) La convocazione avviene a cura del Consiglio Direttivo, tramite pubblicazione integrale sul sito Internet dell’associazione (www.consumatoripiemonte.it) per un periodo di tempo non inferiore ai 30 giorni precedenti la data dell’assemblea. Una copia della delibera di convocazione deve essere obbligatoriamente esposta nella sede dell’associazione per un analogo periodo di tempo.

Articolo 8. Il Consiglio Direttivo.

1) Il Consiglio Direttivo è eletto ogni anno dall’Assemblea ordinaria dei soci. E’ composto da 5 a 21 membri, nel numero che l’assemblea stessa deciderà di determinare.
2) I membri del Consiglio Direttivo eleggeranno al loro interno il Presidente, il Vicepresidente, il Segretario, il Tesoriere e i responsabili di settore.
3) Tutti i soci indicati dall’articolo 7 comma 3 del presente statuto possono candidarsi per il Consiglio Direttivo, facendo pervenire la propria candidatura al Consiglio Direttivo entro 7 giorni dalla data delle elezioni, sottoscritta da almeno dieci soci.
4) Le cariche sociali sono gratuite.

Articolo 9. Compiti e funzionamento del Consiglio Direttivo.

1) E’ compito del Consiglio Direttivo dare attuazione al programma deliberato dall’assemblea dei soci, nel rispetto degli scopi dell’associazione. In particolare sono di competenza del Consiglio Direttivo:
a) Convocare le assemblee dei soci;
b) Predisporre il bilancio da presentare all’Assemblea;
c) Espletare ogni atto di amministrazione non espressamente riservato all’Assemblea;
d) Delegare i propri poteri ad uno o più dei suoi componenti per l’espletamento di specifici atti di amministrazione.

Articolo 10. Il Presidente.

1) Il Presidente è il legale rappresentante dell’associazione. In caso di assenza o impedimento è sostituito dal Vicepresidente o dal Consigliere più anziano. Nelle deliberazioni del Consiglio Direttivo il suo voto prevale in caso di parità.


TITOLO IV - PATRIMONIO E BILANCIO

Articolo 11. Entrate dell’associazione.

1) Le entrate dell’associazione sono costituite da:
a) Quote annuali di associazione;
b) Contributi volontari di soci o terzi;
c) Rendite patrimoniali;
d) Contributi e concorsi finanziari di Enti Pubblici e privati;
e) Ogni altra entrata derivante dall’esercizio delle attività dell’associazione.
2) L’associazione può richiedere a istituti di credito bancari e/o altri enti mutui, finanziamenti, prestiti di danaro e/o sottoscrizioni di aperture di credito e/o di fido bancario.

 Articolo 12. Bilancio.

1) Il Consiglio Direttivo ha l’obbligo di predisporre annualmente il bilancio dell’Associazione e presentarlo all’Assemblea dei soci per l’approvazione.

TITOLO V - DISPOSIZIONI FINALI

Articolo 13. Incompatibilità.

1) Quando un membro del Consiglio Direttivo dichiara l’esistenza di incompatibilità riguardo singole iniziative promosse dall’Associazione Consumatori Piemonte (vi è incompatibilità riguardo singole iniziative qualora un consigliere abbia interesse nella materia discussa, in senso favorevole oppure ostile alle parti coinvolte, a cagione di parentela, amicizia, rapporti professionali o di lavoro) si astiene dalla relativa deliberazione, e rimette ogni decisione al Consiglio Direttivo stesso.
2) La violazione dell’obbligo di astensione comporta l’immediata decadenza dalla carica e dalla qualità di associato.

 Articolo 14. Libri sociali.

1) Presso la sede dell’associazione sono conservati i seguenti libri sociali:
a) Libro verbali assemblee.
b) Libro verbali Consiglio Direttivo.
c) Libro soci.
d) Libro cassa.
2) Tutti i soci, previa richiesta scritta, possono prendere visione ed estrarre copia, a loro spese, dei libri sociali.

 Articolo 15. Revisione dello Statuto e dell’atto costitutivo.

1) La revisione e/o le modifiche al presente statuto e all’atto costitutivo dell’associazione devono essere approvate dall’assemblea dei soci con la maggioranza qualificata dei 2/3 dei presenti

 Articolo 16. Scioglimento dell’associazione.

1) Lo scioglimento dell’Associazione e la nomina dei liquidatori devono essere deliberati dall’assemblea dei soci. In caso di scioglimento, determinato da qualsiasi motivo, i soci non hanno diritto ad alcuna quota del patrimonio sociale, che verrà devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità.

Clicca qui per visualizzare lo statuto (PDF 1727 KB).

Contatti

  Via San Francesco d'Assisi 17, Torino, 
  +39 011 436 6566
  +39 011 521 5961

Iscriviti alla Newsletter

© 2015 ACP - Via San Francesco d'Assisi 17, Torino, 10122, Italia. Tutti i diritti riservati.
Disclaimer: The content provided in this website is subject to our Terms of Use. All images and content are © the original authors.